Ti trovi in:  Guida al paese
GUIDA TURISTICA

Costume e Gastronomia

Costume muliebre della valle antigorio
La gonna , rass, di panno nero o marrone, corpo a vita , senza maniche, arricciata a fitte crespe e guarnizioni ai bordi, il grembiule, scussàl, di seta nera, colorato con fiorami nelle ragazze, giubbettino, gipun, nero o di colore, con bordi di velluto. Dall'imboccatura del corsetto escono le maniche della camicia di tela, fazzoletto , panet, nero o stampato di cotone o seta annodato posteriormente. Al collo fazzoletto nero o colorato a maglia, redina, calze colorate e scarpe basse. Nella toiletta sono da notare: la mulèta, specie di fermaglio d'oro o d'argento fissato al collo; grossi orecchini a semicerchio, pandint; l'anello alle dita, veira, i capelli legati in quattro superbe trecce annodate inversamente dietro il capo .

Gastronomia
Le principali fonti di nutrimento della popolazione di queste zone furono storicamente le stesse dei popoli abitanti la regione alpina : pane di segale, polenta , Latticini, e vino, la carne figurava raramente sulla tavola ed era mangiata solo in grandi occasioni, si trattava per lo più di carni di Capra, pecora, maiale, galline, conigli, i grossi animali, venivano macellati solo quando erano vecchi, poiché prima venivano utilizzati per la produzione del latte, come mezzi di trasporto. In questa zona come nel resto del territorio ossolano si consumava molta carne insaccate e salata, ancora oggi la popolazione locale ne fa largo uso: "Violino" fatto con cosciotti di camoscio o di capra conciato con spezie varie, salato e poi affumicato, vari tipi di salami e mortadelle di fegato, I formaggi erano la principale produzione degli allevatori di un tempo uno fra tutti vale la pena di ricordare poiché ancora prodotto come si faceva anticamente, oggi conosciuto in tutta Italia con il nome di Battelmat. Ecco di seguito l'elencazione di alcune delle antiche ricette oggi ancora in uso dalla popolazione locale, scelti fra le molte ricette, ma che per la loro natura sono abbastanza simili a quelle di altre zone.





 
5 fotografie presenti nell'album fotografico
(Fare click sulle immagini per poterne visualizzare l'ingrandimento.)

Pagina 1



         




Comune di Crodo, Via Pellanda, 56
28862 Crodo (VB) - Telefono: +39.0324.61003 Fax: inattivo
C.F. 00422760033 - P.Iva: 00422760033
E-mail: protocollo@comune.crodo.vb.it   E-mail certificata: comune.crodo.vb@cert.legalmail.it